HOME | Lucio Occhipinti
twitter Insupramonte - instagram @sardinialandscape

Tiscali ADSL: "evitare" è meglio che curare
Volete sapere cosa fa la Tiscali quando vi propina un contratto? Ora ve lo spiego io, per lo meno quello che è successo a me: ve lo cambia telefonicamente, e anche se voi vi opporrete, sarà cosi comunque.
No, non esiste contattare il servizio clienti, (cioè se volete giocare fatelo, perchè dietro io mi immagino degli operatori che giocano con le macchinette sui tavoli, o fanno i bigodini ai polli, non di certo professionisti che tutelano i propri clienti); Contattare il servizio clienti tiscali equivale a darsi martellate sulle ginocchia.

Iniziamo con questo link, preso a caso e senza fare troppe ricerche laboriose in rete: http://sosonline.aduc.it/lettera/truffa+tiscali_256196.php


"...Mi rivolgo dunque a voi, chiedendovi quale sia la via migliore, considerando che voglio cambiare operatore senza assolutamente pagare un euro a Tiscali, ma anzi vorrei anche riuscire a prendere qualcosa come risarcimento dei danni causati, ma soprattutto per la loro poca serietà nel sottoscrivere contratti non idonei a quelli che sono poi i risultati ottenibili."
Christian, da Padova (PD)

Fra l'altro un dipendente tiscali dice questo: http://www.hwupgrade.it

Io ho sottoscritto un contratto due anni fa, ma quello che è successo a Christian è niente confronto a quello che è successo a me.
Con me le cose si complicano, mai avessi chiesto infatti di spostare l'indirizzo di usufrutto del servizio adsl. E' successo infatti che son rimasto disgraziatamente con servizio staccato sia dal vecchio indirizzo che dal nuovo, e l'operatore, (dico operatore ma ne ho contattato tanti, che non si qualificavano alle volte e che rigorosamente (l'unica cosa che fanno di rigoroso) richiedevano il mio numero cliente snervandomi e facendo finta di non ricordare mai il mio caso... non è che questa sia una tecnica adottata da loro per far desistere il cliente?) e, dopo varie arrabbiature mi dicono che non viene addebitato nessun mese di disservizio.
Poi cercano di farmi sapere, in modo del tutto illegale, fra le mie lamentele per i soldi presi indebitamente, cioè più del dovuto dal mio conto, che il mio contratto è cambiato (che cosa?? ma chi vi ha autorizzato? io devo pagare fino alla fine del mio contratto una cifra prestabilita, altrimenti che contratto è?), e che passerà da 17.90 euro circa a 24.90 circa, senza il mio permesso. Ebbene si, perchè nonostante la mossa sia illegale e io mi sia opposto (più volte gridando disgustato al telefono) a volere un nuovo contratto, loro lo hanno applicato lo stesso.
Svilita la mia persona, in sostanza: io non sono un essere umano che ha dubbi ed esige risposte ma un numero di conto corrente bancario da cui pescare; niente di più. Ma quei soldi non li abbiamo guadagnati insieme cara Tiscali.
Oggi è arrivato un nuovo bollettino di pagamento (o meglio una email che mi diceva che era stato prelevato del denaro dal mio conto corrente: 52,90, cioè più del doppio del contratto imboccatomi a forza), il mio contratto finisce fra due mesi (a febbraio 2015) ma poco fa il caro anonimo dal servizio clienti: prima si è messo a ridere minimizzando la mia collera, poi mi ha detto una frase mitica e ora per me stomachevole: "LE FAREMO SAPERE". Ogni risposta finisce cosi con loro, ma non cambia niente poi. Tecnicamente bisogna rieseguire la trafila da capo, bisogna rispiegare tutto (perchè con tutta la tecnologia di questa evoluta azienda non si ricordano che ieri ero già incazzato nero, ma a me non interessa se oggi c'è qualcun altro, mettetevi gente che sa lavorare non pettina giaguari, arricciola struzzi, ma che razza di lavoro fanno al telefono?), ti richiedono il numero cliente e quando capiscono che ormai ti hanno "fregato" ma non ti restituiranno comunque soldi, allora chiudono la conversazione, sono impegnati con gli struzzi e con i giaguari, per i clienti non c'è tempo.
Sono degli incompetenti, e lo sanno, solo che non gliene frega un cazzo.

Io invece so che perdo tempo, i miei soldi e la mia pace per un servizio inefficiente sono nel loro forziere (e badate bene che non me ne frega un cazzo se mi danno 5 mega al posto di 9 o 20 che han promesso, anche se illegale e impunito anche questo: a me basta avere il servizio).

So che questo è il primo di una serie di articoli, perchè al momento altre armi non ho oltre la Procura della Repubblica alla quale chiederò di far luce a mali estremi.

Sono arrabbiato e indignato e sto cercando in rete alla voce "truffa tiscali": si trovano vari collegamenti a testimonianze di gente che dice che il servizio clienti della società è praticamente un gran "vibratore a cielo aperto". A saperlo prima..

L'email che mi ha mandato la mia banca oggi:

"Gentile Cliente,

La informiamo che e' stata eseguita una disposizione di addebito di importo 52.9 Euro sul Suo c/c XXXXXX783 con data valuta 24/11/2014, SEPA DIRECT DEBIT CORE RCUR Prg.Car.: 143150508014926 COD. SIA P2966 P29664IT0001336275 LUCIO OCCHIPINTI TISCALI ITALIA SPA ."

eppure l'operatore  dell'helpdesk tiscali su Twitter mi ha scritto questo poco fa:


" Ciao, come già indicato precedentemente, ti confermiamo che il contratto attivato a seguito della tua richiesta di trasloco, per.."

1) a casa di un matematico, ma anche a casa dello scemo del villaggio, 24 euro e 90 per due non fa 52 euro, solo questo mi fa inalberare (chiaramente la trasparenza è andata a puttane in Thailandia al momento, è temporaneamente e chissà da quando assente, perchè non mandano mai un sunto di quello che fanno)

2) ma chi ti ha mai detto che voglio un contratto nuovo se ne ho firmato già uno e non è ancora scaduto e ti devi attenere anche tu; con quale presunzione mi dicono che "mi confermano"... cioè fanno tutto loro senza permesso usando una terminologia che serve a farmi credere che io avevo richiesto un cambiamento di contratto, ma niente di più stronzamente falso


3) se andate sulla pagina della adsl  tiscali troverete un contratto a prezzo inferiore proprio in questo istante al mio nuovo e propinato qualche mese fa


La verità è che ho saputo da un mio amico in paese che anche lui ha ricevuto una email tipica riguardante il cambiamento improvviso di contratto, e, nonostante avesse accettato un contratto precendente a un prezzo inferiore della durata di due anni, non ancora scaduto, bhe loro si son presi la libertà di aumentare la cifra cambiando le carte in tavola, pure a lui, e quindi chissà quanti altri.

Ma secondo voi cosa può fare una persona se immischiata ingiustamente in queste circostanze?
Perchè non esiste un metodo di controllo su questo modo di operare di aziende che fatturano cifre a 6 zeri e continuano a fare quello che vogliono proponendo affaroni di contratti per poi cambiarli con metodi subdoli senza il permesso nè l'assenso tacito di chi ha richiesto il servizio?

Chi vuole scrivere il proprio inconveniente mi mandi pure un email e la pubblicherò, non ho ancora finito con questa azienda, ho troppa collera addosso, devo scrivere ancora su di essa e avvisare più persone possibili, a costo di diventare banale e ridicolo o ossessivo, non esiste proprio che passino impuniti.

Tiscali: tu non rappresenti per me un esempio di azienda corretta, tantomeno sarda, nè un esempio di azienda onestà da promuovere se non negativamente (il web è condito di notizie che ti riguardano e non sono elogi), anzi mi sembri imbastardita dai metodi simili a quelli delle corporation che si curano più del fatturato che del servizio offerto o dell'essere umano che chiede semplicemente un servizio e che sia efficiente, che valga il prezzo pagato. Provo una vergona infinita che tu sei presente nella mia stessa Isola e continui a operare ancora indisturbata in questi sterili modi. Da questa terra dovresti prendere il senso dell'onestà.
Tiscali tu campi grazie a me.

Vergognati voi che lavorate lì dentro:
Invece di ridere quando un cliente (che vi permette di vivere) chiede delucidazioni su soldi che non ha deciso di spendere. Io pago, per voi è un dovere spiegare, per me è un diritto sapere.

Chi ride degli inconvenienti altrui in questo caso è solo un buffone che ha sbagliato settore lavorativo. I buffoni stanno nelle corti, e son pagati solo per far ridere, non nelle aziende, tantomeno in quelle sarde.
Piuttosto vorrei vedere un bel giorno scritto su un giornale che siete falliti, perchè questo meritate.
Non meritate certo di addestrare altri sardi a propinare contratti e tarpare situazioni di disagio.
Mi sento oltraggiato.
Mi dispiace davvero aver regalato i miei soldi a un azienda che non merita.





Sardegna via Instagram http://bit.ly/1FcmVKf



Sardegna via Instagram http://bit.ly/1FcmTC7

Designed by Prayag Verma
close